Narra il mito che la ninfa Dafne…

Ovidio

La mostra che segue aiuta a comprendere, partendo dal mito classico, quanto è radicata il concetto di violenza sulla donne nella nostra cultura. Quanto la società patriarcale ha provato costantemente a tenere la donna in condizione di subalternità anche attraverso la violenza.

L’UDI Unione donne in Italia, con questo progetto finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità, si rivolge in particolare ai giovani e alle giovani accompagnandoli/e in un percorso di 76 anni di storia e di lotta a fianco delle donne.

La mostra oltre che nella sua esposizione a Roma può essere fruita, arricchita di materiali, attraverso questo sito web.

Buona visione!

visual

Premiazione concorso “Fermare Apollo”

In data 12 ottobre 2021 si è riunita la giuria del premio per la mostra “Oltre Dafne fermare Apollo”, finanziata dal D.P.O. nell’ambito dell’Avviso pubblico per il finanziamento di progetti volti alla prevenzione e contrasto alla violenza alle donne anche in attuazione della Convenzione di Istanbul G.U serie generale n. 171 del 24 luglio 2017, per deliberare l’assegnazione dei premi ai lavori pervenuti dalle scuole.

La giuria, tenendo conto del numero e della qualità dei lavori inviati dalle scuole, ha deliberato di assegnare sei premi, invece dei cinque previsti, e quattro menzioni speciali.
Nella scelta dei lavori da premiare la giuria ha tenuto conto della coerenza con le finalità del concorso, unita all’efficacia comunicativa della realizzazione e all’originalità dell’ideazione.
È stato deciso inoltre di riconoscere una menzione speciale per segnalare quattro lavori di particolare autenticità di sentimenti e/o impegno collettivo.

Clicca qui per i vincitori e vincitrici del premio

elemento_bianco elemento_verde 1
elemento_bianco elemento_verde 2
elemento_bianco elemento_verde 3
elemento_bianco elemento_verde 4
elemento_bianco elemento_verde 5
elemento_bianco elemento_verde 6
elemento_bianco elemento_verde 7
elemento_bianco elemento_verde 8
elemento_bianco elemento_verde 9
elemento_bianco elemento_verde 10
elemento_bianco elemento_verde 11
elemento_bianco elemento_verde 12
elemento_bianco elemento_verde 13
elemento_bianco elemento_verde 14
elemento_bianco elemento_verde 15
elemento_bianco elemento_verde 16
elemento_bianco elemento_verde 17
elemento_bianco elemento_verde 18
elemento_bianco elemento_verde 19
elemento_bianco elemento_verde 20

La Linea del Tempo

Le date che hanno cambiato la percezione della violenza contro le donne in Italia
Le date delle leggi contro le donne
Le date delle leggi delle donne
Le convenzioni internazionali
freccia
marker
1923

Regio decreto sulla RIFORMA GENTILE sulla scuola che esclude le donne dall’insegnamento

marker
1931

CODICE ROCCO è un codice penale che definisce in ambito civile e penale il potere dei mariti e dei padri e la subordinazione della moglie e dei figli rendendo legittima la violenza contro le donne

marker
1945

Decreto Legislativo N. 23 Diritto di voto attivo alle italiane con più di 21 anni tranne le prostitute schedate” le patentate”.

marker
1946

Decreto N. 74 del 10 marzo che dopo un anno riconosce l’eleggibilità delle donne

marker
1946

2 giugno Referendum monarchia/repubblica. Votazione Assemblea Costituente

marker
1946

Convenzione ONU sui diritti umani

marker
1948

Entra in vigore la Costituzione italiana

marker
1948

Convenzione ONU contro la tratta di esseri umani e contro lo sfruttamento della prostituzione altrui

marker
1950

Legge n. 8601 Tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri

marker
1956

la Corte di Cassazione fa decadere con l’art. 571 del Codice penale lo ius corrigendi

marker
1958

Legge n. 75 detta Merlin. Abolizione della regolamentazione della prostituzione e lotta contro lo sfruttamento della prostituzione altrui

marker
1963

Legge n. 66 Ammissione della donna ai pubblici uffici, alle professioni e alla magistratura

marker
1963

Legge n. 71 Divieto di licenziamento delle lavoratrici per causa di matrimonio

marker
1963

Modifica del Codice Penale con l'abolizione dello Ius corrigendi

marker
1965

Franca Viola viene rapita rapita e abusata. Liberata rifiuta il matrimonio riparatore e denuncia il suo rapitore facendolo condannare nel 1966

marker
1970

Legge n. 898 Disciplina i casi di scioglimento di matrimonio - Legge sul divorzio

marker
1971

Abrogazione della Norma sulla contraccezione come reato contro la stirpe

marker
1971

Legge n. 1044 Piano quinquennale per l'istituzione di asili-nido comunali con il concorso dello Stato

marker
1974

Referendum contro Legge il divorzio n.898/70

marker
1975

Conferenza mondiale ONU di Città del Messico

marker
1975

Legge n. 151 Riforma del diritto di famiglia

marker
1975

Legge n. 405 Istituzione dei consultori familiari

marker
1975

30 settembre massacro del Circeo: Donatella Colasanti e Rosaria Lopez vengono rapite seviziate, torturate. Rosaria Lopez sarà uccisa e Donatella Colasanti fingerà di esser morta per salvarsi

marker
1976

Claudia Caputi viene stuprata da un branco di 7 criminali e da accusatrice diventa accusata

marker
1977

Legge sulla parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro

marker
1978

Legge n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull’interruzione volontaria della gravidanza

marker
1979

CEDAW Convenzione ONU per l'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne

marker
1979

Le donne dell’MLD, UDI e MFR raccolgono le firme per la Legge di iniziativa popolare contro la Violenza Sessuale e il Codice Rocco

marker
1979

Viene mandato in onda in tv Processo per stupro sullo stupro di Latina

marker
1980

Conferenza Mondiale ONU delle donne a Copenaghen

marker
1981

Legge n. 442 Abrogazione della rilevanza penale della causa d’onore e del matrimonio riparatore

marker
1981

Doppio Referendum contro la LEGGE 194

marker
1985

Conferenza mondiale delle donne di Nairobi

marker
1988

L’8 marzo A.M. Cammarata detta Marinella viene stuprata da 3 uomini nei dintorni di Piazza Navona e muore pochi mesi dopo

marker
1991

Legge n. 125 - Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro

marker
1993

Risoluzione ONU 48/104 dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne

marker
1993

Varata dalla Regione Lazio la prima legge regionale sui centri antiviolenza

marker
1995

Conferenza mondiale delle donne di Pechino

marker
1996

Legge n. 66 - Norme contro la violenza sessuale

marker
1999

Designazione del 25 novembre come Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

marker
1999

la Cassazione emette la sentenza n°1636, la famigerata 'sentenza dei jeans’

marker
2001

Legge n. 154 Misure contro la violenza nelle relazioni familiari e l’allontanamento del familiare violento

marker
2001

Istituzione del numero verde 1522 contro la violenza alle donne

marker
2006

Prima ricerca Istat sul fenomeno della violenza contro le donne in Italia

marker
2009

Legge n. 38 Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori - Legge sullo stalking

marker
2010

la Convenzione del Consiglio d'Europa per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali

marker
2011

Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa contro la violenza alle donne

marker
2012

Legge n. 2015 Disposizioni volte a promuovere il riequilibrio delle rappresentanze di genere nelle amministrazioni locali

marker
2013

Ratifica del Parlamento Italiano della Convenzione di Istanbul

marker
2015

Legge n. 119. E' legge il decreto che contiene le misure contro la violenza di genere, grazie alla conversione in Legge 15 ottobre 2013, n. 119

marker
2019

Legge n. 69 (recante “Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere”) denominata “Codice Rosso”

marker
2020

approvata la convenzione ILO contro le molestie sessuali nei posti di lavoro dal Parlamento italiano

visual